venerdì 1 maggio 2015

Pasta al ragù vegetariano

Trovo tutto il sapore del ragù fatto dalla nonna, tutte le volte che lo preparo. La casa è praticamente inondata dal suo profumo e mi sembra di tornare bambina quando la nonna lo preparava e le dicevo sempre:" questo sugo è più buono di quello con la carne..." e la nonna mi metteva in braccio e mi baciava. L'unico trucco che c'è è la passata di pomodoro fatta in casa nel mese di agosto, operazione a cui non intendo rinunciare finché avrò le forze per farlo. Se non avete la passata fatta in casa usate pure una passata di qualità e tanta passione e ugualmente otterrete un ottimo risultato. Per 6 persone.

  • gr: 500 di pasta corta a piacere: occhi di lupo, lumache, pipe, mezze penne...
  • 1 passata di pomodoro da 700 ml:
  • 2 carote, 2 gambi di sedano e 1 cipolla bianca,
  • 2 cimette di basilico fresco,
  • gr: 150 di caciocavallo grattugiato,
  • olio d'oliva evo, sale e pepe q.b.
Tritare nel robot il sedano, la carota e la cipolla e versare il trito in un tegame caldo con 3 cucchiai di olio e rosolare per 5 minuti, quindi aggiungere i pisellini e lasciare insaporire nel trito per altri 3 minuti, quindi aggiungere la passata diluire leggermente con un po' d'acqua, salare, pepare, aromatizzare con foglie di basilico e avviare la cottura a fuoco moderato per 20/25 minuti mescolando spesso e tenendo coperto. Pochi minuti prima di spegnere mettere le foglie di basilico. Cuocere la pasta al dente, scolare e rimettere nel tegame, aggiungere 2 mestoli di ragù e 2 cucchiai di formaggio e mescolare bene. Impiattare aggiungendo un 'altro poco di formaggio e qualche cucchiaio di ragù. Decorare con foglie di basilico. Per una ricetta vegana basterà omettere il formaggio, magari sostituendolo con del lievito secco.

Nessun commento:

Posta un commento