martedì 21 luglio 2015

Ricetta siciliana: la mia ricotta salata al forno

Grandissima consumatrice di ricotta in tutte le sue forme (e nella mia amata Sicilia le forme sono tante!) ho provato anch'io a fare da me la ricotta salata al forno e guardate la foto: viene l'acquolina al solo vederla e vi posso assicurare che è una bontà. L'idea nasce quando mi sono ritrovata in frigo 3 "fuscelle" di ricotta freschissima, omaggio di un'amica carissima e così ho optato per la conservazione del prodotto e dopo 8 giorni ecco a voi il risultato e sono veramente contenta perchè è la prima volta che la faccio.

  • kg: 1 di ricotta di pecora fresca,
  • gr: 30 di sale marino da cucina,
Innanzitutto evitare di toccare la ricotta con
le mani per tutto il tempo della lavorazione. Usare
una gratella di plastica o metallo posta sopra un piatto e sistemarvi 2 foglia di carta paglia assorbente
piegati e rovesciarvi sopra, delicatamente, la ricotta
già lasciata a scolare qualche giorno in frigo, coprire con altri 2 fogli di carta paglia facendola aderire alla ricotta stessa e rimettere in frigo per tutta la notte. Il giorno dopo sostituire la carta bagnata con della carta asciutta e rimettere nuovamente in frigo ad asciugare. Ripetere l'operazione per 3 giorni ancora fino a che la ricotta si presenta ben asciutta quindi distribuire
la metà del sale previsto su tutta la superficie , sia sopra che sotto,
aiutandovi con una saliera a spruzzo, quindi coprire con un foglio di carta e rimettere in frigo. Dopo 24 ore ripetere l'operazione cambiando la carta sotto e tenendo la ricotta con un foglio di carta, salare, poggiare sulla carta pulita e spargere tutto il resto del sale, stavolta lasciandola tutta le notte fuori dal frigo, vicino ad una finestra aperta per permettere la ventilazione, per tutta la notte e per il giorno successivo, girandola un paio di volte. Adesso controllare il grado di asciugatura stringendola con il pollice e l'indice al centro della stessa: dovrà essere ben soda e turgida e non morbida altrimenti fare asciugare qualche altro giorno quindi infornare a 200° gradi per 10/15 minuti controllando visivamente il grado di colorazione che si vuole ottenere. Sfornare, fare raffreddare e tenere ad asciugare vicino la finestra ancora qualche giorno, quindi dividere in quarti e conservare avvolgendo i quarti nella carta forno. Il prodotto si conserva non più di 1 mese in frigo e se pensate di non consumarla tutta in questo periodo potete sempre decidere di congelare i pezzi passandoli dal congelatore al frigo qualche giorno prima del loro utilizzo. A proposito preparate un bel piatto di pasta fresca fatta in casa alla norma con ricotta e melanzane fritte e scommetta che la ricotta non basterà per soddisfare i vostri famelici commensali. Più avanti vi posto la ricetta delle tagliatelle alla norma e buon lavoro.

Nessun commento:

Posta un commento