lunedì 18 gennaio 2016

Caponata di carciofi, ricetta vegana

Ed eccoci al lavoro con i carciofi di stagione: belli, sodi ma soprattutto sani. Sono gli alleati migliori del nostro fegato e sanno far gioire il piatto con numerose preparazioni tutte all'insegna della genuinità e del vivere sani mangiando bene. Le dosi indicate bastano per 4 persone.

  • 6 carciofi freschi;
  • 1 cipolla rosa o bianca, tritata finemente;
  • 250 ml di passata di pomodoro;
  • 80 gr di olive nere calabresi;
  • 100 gr di battuto di sedano e carota;
  • 1 limone;
  • olio d'oliva evo;
  • sale e pepe nero;
  • 1 foglia d'alloro;
  • 50 ml di vino bianco;
  • 1 cucchiaio di zucchero;
  • a piacere, 1 cucchiaino di capperi in salamoia;
  • una spolverata di origano;

Pulire i carciofi togliendo tutte le foglie esterne e la parte finale spinosa e gettare i cuori così ottenuti in una ciotola con acqua e il succo del limone, quindi affettare in piccoli spicchi tuffandoli sempre nell'acqua acidulata e lasciandoli in ammollo una decina di minuti. Intanto in una padella calda versare 4 cucchiai di olio, la cipolla e il battuto di sedano e carote e fare rosolare per 5 minuti, quindi scolare bene i carciofi e versare nella padella con il battuto continuando a soffriggere per altri 5 minuti, sfumare con il vino, salare e pepare quindi versare la passata diluita con 250 ml di acqua, la foglia di alloro, i capperi (se li state usando) e le olive e lasciare in cottura, a fuoco moderato per 10 minuti. Aggiungere lo zucchero e assaggiare per regolare di gusto, spolverare con l'origano e mescolare lasciando cuocere ancora qualche minuto. Servire sia caldo che freddo come antipasto, contorno oppure come secondo, assolutamente vegano.

Nessun commento:

Posta un commento